domenica 16 dicembre 2018
Home / Domotica / Guida all’installazione di Rpirrigate

Guida all’installazione di Rpirrigate

[Aggiornamento 13/03/2016]

Rimossa la necessità di PIGPIOD (vedi articolo).

Ho quindi cancellato le parti non più necessarie della guida

 

 

Per facilitare l’utilizzo di RPirrigate, utile e richiestissimo progetto che consente di realizzare, tramite RaspberryPi, un sistema di irrigazione automatica, ho pensato di scrivere una chiara guida , passo passo, che riguarda la sola installazione.

(versione SQLite, agosto 2015) (versione SQLite-standalone, marzo 2016)

Installiamo i pacchetti richiesti:

 
sudo apt-get install git lighttpd php5-common php5-cgi php5 php-pear php5-sqlite rpi.gpio sqlite3
 

Scarichiamo il pacchetto:
git clone https://github.com/bobvann/RPirrigate.git

abilitiamo php su lighttp:

 
sudo lighttpd-enable-mod fastcgi
sudo lighttpd-enable-mod fastcgi-php
 

Creiamo la cartella /srv/rpirrigate

 
sudo mkdir -p /srv/rpirrigate
 

Copiamo all’interno di quella cartella le cartelle data, daemon e web

 
sudo cp -R RPirrigate/data /srv/rpirrigate
sudo cp -R RPirrigate/daemon /srv/rpirrigate
sudo cp -R RPirrigate/web /srv/rpirrigate
 

Diamo i permessi corretti

 
sudo chown -R www-data:www-data /srv/rpirrigate
sudo chmod -R 775 /srv/rpirrigate
 

Creiamo i file di log e dargli i permessi

 
sudo mkdir /var/log/rpirrigate
sudo touch /var/log/rpirrigate/status.log
sudo touch /var/log/rpirrigate/error.log
sudo chown -R www-data:www-data /var/log/rpirrigate
sudo chmod -R 775 /var/log/rpirrigate
 

Copiamo il file logrotate

 
sudo cp RPirrigate/install/logrotate.erb /etc/logrotate.d/rpirrigate
 

Diamo i permessi al file appena copiato

 
sudo chmod 755 /etc/logrotate.d/rpirrigate
sudo chown root:root /etc/logrotate.d/rpirrigate
 

[N.B.: i passi barrati non sono da eseguire, restano unicamente per riferimento a chi ha installato versioni vecchie. NON ESEGUIRE, pena carico inutile del vostro Raspberry per software in più e/o errori ]

Scarichiamo pigpio e scompattatelo
wget https://github.com/joan2937/pigpio/archive/master.zip
unzip master.zip
Compiliamo pigpio (dalla cartella in cui è stato scompattato):
cd pigpio-master
make
sudo make install
cd ..
Copiamo i file init.d in /etc/init.d

 
sudo cp RPirrigate/install/init.d.erb /etc/init.d/rpirrigate
sudo cp RPirrigate/install/pigpiod.erb /etc/init.d/pigpiod
 

Diamo i permessi ai file appena copiati

 
sudo chmod 755 /etc/init.d/pigpiod
sudo chmod 755 /etc/init.d/rpirrigate
sudo chown root:root /etc/init.d/pigpiod
sudo chown root:root /etc/init.d/rpirrigate
 

Cambiamo la document root di lighttpd e la porta:

 

 
sudo nano /etc/lighttpd/lighttpd.conf
 

Modificare la seguente riga:

 

server.port   = 80    →   server.port    = 667

 

E questa:

 

server.document-root = “/var/www”   →  server.document-root = “/srv/rpirrigate/web”

 

Uscire e salvare ( CTRL+X, Y, INVIO)

 

Abilitiamo i servizi

 
sudo insserv pigpiod
sudo insserv rpirrigate

Alternativamente, se insserv da errori potete usare:

sudo update-rc.d rpirrigate defaults
sudo update-rc.d rpirrigate enable

Invece, su Jessie dovete usare
sudo systemctl enable rpirrigate

Un’ultima impostazione per l’utente che esegue RPirrigate i servizi
sudo chsh -s /bin/sh www-data
Avviamo i servizi
sudo service pigpiod start
sudo service rpirrigate start
sudo service lighttpd restart


Verifichiamo l’ip del raspberry con:

hostname -I

 

Colleghiamoci all’interfaccia grafica :

Da raspi apriamo il browser e nella barra indirizzi digitiamo:

 

Da qualsiasi altro dispositivo (collegato alla stessa rete)

(dove ipraspberry è l’ip trovato con “hostname -I” , user e pasword di default sono “admin” e “admin”)

 

 

Per ulteriori info e richieste cliccare sul tasto”vedi sul forum

 

GabrieleToselli

2016-03-13 EDIT Bob Vann

A proposito di Gab Tos

Vedi Anche

MagPi In Italiano! Numero 76: La Superguida Raspberry Pi

Natale si avvicina, ma più veloce di Babbo Natale c’è la traduzione del numero di …

Powered by themekiller.com