martedì 19 giugno 2018
Home / Software / Mikilinux – La distro per scaricatori

Mikilinux – La distro per scaricatori

Se stavate cercando un modo per rendere il vostro Raspberry un centro di download automatizzato, non potete non dare un’occhiata a questa distribuzione.

Mikilinux è una distribuzione di Linux basata su RaspEX  creata appositamente per rendere il vostro Raspberry Pi 2 una vera e propria stazione di download.

Nasce dall’esigenza di molte persone costrette ad apportare numerose modifiche alle distribuzioni ufficiali per raggiungere tale scopo e ha come fine quello di rendere il Raspberry Pi 2 completamente indipendente da monitor, tastiera e mouse.
Grazie a questa distribuzione potrete finalmente, una volta inserita la microSD nel vostro Raspberry, semplicemente attaccare la spina e connettervi in remoto tramite VNC, senza mai dover ricorrere allo schermo, per cominciare in un batter d’occhio a scaricare file, magari comandando il Raspberry anche da smartphone.
La distribuzione è basata come detto su RaspEX, una innovativa distro svedese, basata su Debian 8, Ubuntu 15.04 e Linaro. Questo garantisce una notevole velocità e leggerezza e molto spazio libero.
In definitiva questa distro vi permetterà di evitare moltissime rognose configurazioni e vi fornirà tutti gli strumenti di cui avete bisogno.
Ecco le principali caratteristiche tecniche:
  • Autoboot e autologin come “mikilinux” in un interfaccia LXDE personalizzata.
  • Autostart di VNC con password preimpostata (la trovate sul sito) e di samba. In questo modo avrete la possibilità di accedere in remoto al vostro desktop dal primo avvio. Con samba (che dovrete impostare voi con le cartelle che volete condividere) potrete condividere qualsiasi hard disk con tutti i computer collegati in rete.
  • Transmission Torrent Client e Firefox preinstallati.
  • Compatibilità con file-system NTFS, con finalmente la possibilità di collegare hard disk esterni da 2.5 pollici senza alimentazione esterna. Per fare questo vi serve un alimentatore da minimo 1 A.
  • Nessun problema di certificati SSL, come invece per Raspbian, così da poter utilizzare anche Epiphany e altri browser senza problemi.
  • Incredibile sistema per ottenere il proprio indirizzo IP senza dover accedere con un monitor, in caso di primo utilizzo con IP statico o di utilizzo con IP dinamico..
.. e molto altro.
Tutte le info sono sul sito della distro, come le password.
 Distro Mikilinux by Michele Ippoliti.

Installazione:

Scarichiamo il .tar.gz da qui.

Con un qualsiasi file manager(es.: 7zip) estraiamo la .img dal pacchetto appena scaricato.

Scarichiamo win32diskimager da qui

Apriamo il programma appena scaricato:

Clicchiamo sulla caretllina e selezioniamo il .img appena estratto.
Aprimo la tendina sotto Device selezioniamo la nostra sd e clicchiamo su write.

 


Utilizzo:

Dopo aver inserito la schedina sd nel raspberry e averlo attaccato all’alimentazione ci colleghiamo:

  • Ssh – terminale remoto –   ssh mikilinux@ipraspberry      (pass: mikilinux)
  • Vnc – descktop remoto – ipraspberry:5901
  • Samba – condivisone file windows – ipraspberry user: mikilinux – pass: mikilinux
  • Trasmission remote – ipraspberry:51413

 

GabrieleToselli per conto di Michele Ippoliti

A proposito di Gab Tos

Vedi Anche

Apache 2 + Mysql + Phpmyadmin + Nextcloud

Premessa Guida nata dal Forum, stilata dall’utente Tiger Requisiti: Raspberry Pi 1/2/3 Microsd/Sd Classe 10 …

Powered by themekiller.com