martedì 12 dicembre 2017
Home / Software / Utilizzare correttamente il terminale

Utilizzare correttamente il terminale

Gestire programmi

sudo apt-get update

Per verificare se sono presenti aggiornamenti

 

sudo apt-get dist-upgrade

Per installare eventuali aggiornamenti

 

sudo apt-get install nomeprogramma :

Se vogliamo installare un programma o un pacchetto presente nei repository a vostra disposizione

 

sudo apt-get remove nomeprogramma

Per rimuovere un programma già installato

sudo apt-get autoclean

Per eliminare eventuali residui di programmi tolti in precedenza, ne consiglio l’uso subito dopo un aggiornamento o dopo aver eliminato un programma.

Non sempre purtroppo è possibile usare il comando sudo apt-get install nomeprogramma perché alcuni programmi non sono presenti sui repository installati sulla macchina; Quindi:

Se il programma ha un’estensione .tar.gz (come nella maggior parte dei casi):

cd percosso filetar -xzvf nome_programma.tar.gzcd nome_programma./configureSudo makeSudo make install

Operare con le cartelle

cd cartella

Per muoversi tra le directory.

cd /home/pi/Desktop

Comando per arrivare al desktop ipotizzando pi come nome utente.

Codice:
cd ..

Comando per tornare indietro.

ls                                                                                                                  Visualizzare il contenuto di una directory (prima recarsi nella cartella con cd cartella, poi lanciare il comando).

Codice:
ls –A

Comando simile a quello precedente ma che ci dà la possibilità di visualizzare anche gli eventuali file nascosti.

mkdir nuovacartella

Creare una directory.

mkdir cartella/sottocartella
Per creare in un colpo solo la directory “cartella” e subito al suo interno la directory “sottocartella”.

 

mv cartella/ directory/

Per rinominare una cartella. Se ad esempio dobbiamo assegnare alla directory “cartella” il nuovo nome “directory” (Dobbiamo prima andare nella directory genitore).

mv /home/pi/cartella/sottocartella /home/pi/directory

Per spostare una directory. (Supponendo di voler spostare la cartella “sottocartella” in directory).

cp -r /home/pi/cartella/sottocartella /home/pi/directory

Per copiare una directory. (Supponendo di voler copiare la cartella sottocartella in directory).

rm -r cartella

Per cancellare una directory.

Operare con i file

mv testo.txt text.txt

Per rinominare un file. Volendo rinominare il file “testo.txt” in “text.txt”, ad esempio. (Prima dovremo dirigerci nella directory in cui è presente il file).

mv testo.txt /home/vostronomeutente/

Per spostare un file; dirigiamoci prima nella directory in cui il file è presente e poi lanciamo il comando.

cp testo.txt /home/vostronomeutente/testo.txt

Per copiare un file da una cartella all’altra.

cp testo.txt text.txt

Per creare un duplicato del file nella stessa cartella cambiandogli il nome o l’estensione.

rm testo.txt

Per cancellare un file.

ln -s <file da collegare> <nome del link>

Per creare un collegamento.

Esempio:

Supponiamo di avere il file testo.txt nella nostra home e di voler creare un collegamento in /home/pi/Desktop chiamato Collegamento.txt e che il nome utente è pi.

Codice:
ln -s /home/pi/testo.txt /home/pi/Desktop/Collegamento.txt

Cambiare i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione

Il comando da utilizzare per cambiare i permessi a un file è chmod. I sistemi linux offrono la possibilità di operare con un file facendo la distinzione fra 3 tipi di utenti: Proprietario, Gruppo, Pubblici. Per ognuno è necessario specificare i diversi permessi che sono generalmente indicati con dei numeri:

Lettura                 sì             = 4          o             no          =0

Scrittura              sì             = 2          o             no          =0

Esecuzione         sì             = 1          o             no          =0

Per ogni utente bisogna decidere che permessi dare e sommare, facciamo un esempio:

Proprietario

Lettura                 sì             = 4

Scrittura              sì             = 2

Esecuzione         sì             = 1

Gruppo

Lettura                 si             =4

Scrittura              no          =0

Esecuzione         no          =0

Pubblici

Lettura                 si             =4

Scrittura              no          =0

Esecuzione         no          =0

Quindi il primo numero è 7, il secondo 4 e il terzo è 4; Per dare questi permessi al file “testo.txt” dovremo digitare:

chmod 744 testo.txt

Io, ad esempio, ho dato al mio pc il comando sudo chmod 777 / per non aver problemi di autorizzazioni con i vari client.

Sudo halt

Per arrestare il PC.

Sudo Reboot

Per riavviare il PC.

Come potete vedere spesso ritornano le scritte sudo e apt-get, ma cosa significano? Sudo serve a dare potere assoluto sulla macchina al programma che andrete a eseguire, difatti vi sarà richiesta una password prima di procedere. Apt-get invece è il programma che andrà a disinstallare, installare e aggiornare gli altri programmi.

 

saluti a tutti

Gabriele

A proposito di Gabriele Toselli

Gabriele Toselli

Ho 16 anni, una grande passione per l’informatica e tanta voglia di imparare.
Quando non scrivo faccio alpinismo e ascolto musica.

Vedi Anche

MagPi in Italiano! – Numero 63: costruisci una ARCADE MACHINE

Ricordate i giochi arcade? I coin-op? I videogiochi “da bar”? Comunque li chiamavate, per più …

Powered by themekiller.com