sabato 18 agosto 2018
Home / Elettronica & GPIO / ESP8266 Guida Completa – Parte 5: Firmware Arduino

ESP8266 Guida Completa – Parte 5: Firmware Arduino

Puntate Precedenti

1 Intrroduzione all’ ESP8266

2 L’hardware, tipi e differenze

3 Collegare ESP al PC

4 I Comandi AT nel firmware di fabbrica

Arduino

Il firmware che andremo a trattare in questa puntata, è uno dei più famosi e utilizzati su ESP8266, quello che consente di usare questa piccola scheda come se fosse, a tutti gli effetti, una scheda Arduino.

Infatti ESP8266 è diventata quasi subito buon sistema economico per aggiungere la connessione WiFi a questa famosa piattaforma open-hardware. Poi qualcuno deve aver pensato che anche ESP8266 è un microcontrollore, esattamente come Arduino, ed ecco che è nato il firmware per fare in modo che l’ESP si comporti come un Arduino. Chi lo usava solo come semplice accessorio, si è ritrovato un Arduino in più, più piccolo, più economico, e con WiFi integrato!

Ecco perchè questo firmware è molto popolare. Un altro motivo è che la Community Arduino è ben sviluppata, e in rete si trovano già molti programmi già pronti per funzionare e le risorse quali tutorial o forum per togliersi i dubbi. Io personalmente, però, ve lo consiglio solo se già conoscete questo mondo e il suo linguaggio di programmazione, o se volete scoprirlo. Altrimenti credo che fareste meglio a utilizzare le altre soluzioni che verranno illustrate in queste puntate.

Detto questo, vediamo come procedere per usare il nostro ESP8266 come un Arduino

IDE

Una delle possibilità, offerte dagli ESP8266 e da tutti i devkit che li montano, è quella di essere programmate tramite l’IDE di Arduino.

Il vantaggio principale è che non abbiamo bisogno di caricare un firmware e poi il programma: una volta configurato correttamente l’IDE (e lo facciamo una volta sola con le istruzioni che saranno riportate dopo) è sufficiente caricare il programma (sketch), che abbiamo preparato con l’IDE e nel linguaggio di Arduino per vederlo eseguire da ESP8266. Sostanzialmente in occasione del caricamento del programma viene sovrascritto il firmware.

Procediamo.

Installazione e configurazione dell’IDE

La prima cosa da fare, ovviamente, è scaricare ed installare l’ultima versione dell’IDE di Arduino, che potete trovare qui:

https://www.arduino.cc/en/Main/Software

Una volta completata l’installazione, occorre che l’IDE riconosca l’ESP8266. Trattandosi di una scheda di terze parti, bisognerà aggiungerla a quelle disponibili. Si fa in quattro mosse:

1)      Andare su Github a questo indirizzo: https://github.com/arduino/Arduino/wiki/Unofficial-list-of-3rd-party-boards-support-urls

In questa pagina c’è un elenco di schede di terze parti che è possibile programmare con l’IDE di Arduino. Quasi alla fine, in basso si trova un link accanto a “ESP8266 Community” (vedrete un elenco di schede che usano l’ESP8266)

Dobbiamo copiarlo (non cliccare) per darlo in pasto all’IDE di arduino come vedrete al punto 2

2)      Sul menù File–>Impostazioni occorre incollare il link che avete trovato al punto 1) nel campo URL aggiuntive per il Gestore schede. Poi premere OK

3)      Ora bisogna aprire il Gestore schede che trovate nel sottomenu a fianco del nome della scheda di default indicata proprio sotto “wifi101 firmware updater”. Si trova in alto all’elenco di tutte le schede disponibili;

4)      Nella schermata che compare, scrivete esp8266. Dovrebbe apparire un riquadro con scritto “esp8266 by ESP8266 Community“. Cliccando sul pulsante Install, si avvia il download automatico di tutti i tools necessari e l’impostazione automatica di Arduino IDE. Si tratta di circa 160Mb di files, quindi armiamoci di pazienza. Alla fine dell’installazione, premere il pulsante “Chiudi”.

L’IDE di arduino è pronta per ricevere i vostri programmi

Utilizziamo l’ESP8266

Dopo aver collegato la scheda al PC tramite cavo USB, selezionate il modello di scheda che avete. Quella in nostro possesso è il devkit NodeMCU 12E. Automaticamente l’IDE di Arduino vi configura i parametri di connessione con l’ESP 8266. Attenzione che la porta di comunicazione sia quella corretta.

A questo punto siete perfettamente operativi per caricare i programmi.

In File->Esempi, scorrendo avrete una serie di sketch già predisposti da caricare sull’ESP8266 per testare la scheda.

Ho usato “wifi scan”, che analizza e stampa sul monitor seriale le reti wifi disponibili.

Per caricare il programma sull’ESP8266 cliccare sul tasto a forma di freccia orizzontale rivolta a destra.

L’IDE compilerà il programma e lo caricherà sulla nostra scheda.

Per visualizzare i risultati bisogna aprire il monitor seriale nel menù Strumenti->Monitor seriale, ponendo attenzione ai baud di comunicazione che dovranno essere di 115200 da selezionare nel menù in basso a destra del monitor seriale. Altrimenti il monitor vi stamperà geroglifici.

Buon divertimento.

Guida realizzata con la collaborazione di Athos

Se vuoi restare aggiornato seguici sui nostri social: Facebook , TwitterYouTubeGoogle+Telegram

A proposito di Zzed

Zzed
Appassionato di informatica alternativa, ma perenne novellino di Linux..

Vedi Anche

piGarden e piGardenWeb: realizza il tuo impianto di irrigazione con Raspberry Pi

Chi possiede un po’ di verde presso la propria abitazione, con l’arrivo dell’Estate è costretto …

Powered by themekiller.com