mercoledì 21 Aprile 2021
Home / Curiosità / Fantastico backup incrementale Linux, grazie a rSnapshot!
Storage

Fantastico backup incrementale Linux, grazie a rSnapshot!

Il backup è quella cosa che andava fatta prima.

Che sia un backup in cloud o un backup in locale, che sia una copia del file o di ogni settore del disco, va fatto.
Perdiamo ore a creare dati e configurare software e poi basta cosi poco per perdere tutto. Si può rompere la schedina o disco, oppure si può cancellare accidentalmente una configurazione corretta, serve sempre un backup per salvarsi.

rSnapshot

Oggi parleremo un ottimo software di backup incrementale, rSnapshot.
Rsnapshot è un software di backup differenziale, che sfrutta rsync e gli hard link per risparmiare tempo e spazio. Salva serie di backup recuperabili semplicemente sfogliando le varie cartelle di destinazione.
Non ti devi spaventare se principalmente è a riga di comando, ma se preferisci un interfaccia prova ElkarBackup o OttoBackup .

Installazione

L’installazione nel nostro Raspberry Pi è tramite il classico.
apt update; sudo apt install rsnapshot -y

La configurazione classica per molti software Linux, consiste nell’editare il file di configurazione tramite.
sudo nano /etc/rsnapshot.conf

Si de-commenta (togliere il #) e si cambiano i valori necessari.

Per un backup base sarà sufficiente modificare il percorso di backup
snapshot_root /percorsoPreferito

Su retain possiamo cambiare i nomi per renderli più comprensibili, ad esempio giornaliero, settimanale e mensile.

Ed infine de-commentiamo o modifichiamo le cartelle da salvare.
backup /home/
backup /etc/
backup /usr/local/

Ricorda sempre di non usare il tasto spazio, ma il tasto Tab.

Eseguiamo il nostro primo backup!

Se non hai i permessi per salvare nella cartella di destinazione, esegui sudo prima del comando
rsnapshot nomeDelParametroRetain ad esempio
sudo rsnapshot alpha

Una volta completato, apri la cartella di destinazione e troverai la cartella di backup appena creata.
Si potrebbe anche pensare di fare un backup remoto tramite
backup root@raspberrypi:/home/ destinazione/

Ma prima dai un occhiata al manuale, tramite il comando

man rsnapshot

Affinché rSnaphost venga eseguito ad intervalli regolari, occorre configurare opportunamente cron.

  • Quello che segue è un esempio di configurazione:
  • backup giornaliero alle ore 00:00;
  • backup settimanale la domenica alle ore 6:00;
  • backup mensile ogni primo del mese alle 12:00.

Quella che segue è la pianificazione adatta al precedente esempio:
m h dom mon dow user command
0 0 * * * root /usr/bin/rsnapshot giornaliero
0 6 * * 0 root /usr/bin/rsnapshot settimanale
0 12 1 * * root /usr/bin/rsnapshot mensile

Non sei ancora registrato al forum? Che aspetti? E’ gratuito! Non c’è spam, non c’è pubblicità, nessun obbligo di sorta, solo la voglia di dare un unico punto di ritrovo a tutti gli utilizzatori di Raspberry Pi italiani. Iscrivendoti avrai diritto a sconti dai rivenditori ufficiali Raspberry e vantaggi esclusivi! Vieni nella Community e incontra gli altri appassionati di Raspberry Pi: scoprirai un mondo!

Se vuoi restare aggiornato, seguici anche sui nostri social: FacebookTwitterYoutube

Se vuoi anche trovare prodotti e accessori Raspberry Pi in offerta, seguici anche su Telegram !!

A proposito di Enrico Sartori

Avatar
Tecnico Informatico Windows | Volontario digitale | Technical Editor per RaspberryItaly e MoreWare | con mille hobby. Email: info@enricosartori.it

Vedi Anche

Corso C

Lezione 4 – Le istruzioni condizionali ed i loop

In questa quarta lezione vengono esaminate le istruzioni condizionali (if, if else, switch) e come fare i loop (for, while, do while)

Powered by themekiller.com