domenica 7 Marzo 2021
Home / Networking / Guida completa NAS domestico RaspberryPi

Guida completa NAS domestico RaspberryPi

Volevo creare una guida che esaudisse tutti i dubbi e le perplessità che da tempo girano attorno a questo argomento e che spesso provocano confusione.

Incominciamo con il dire che NAS è l’acronimo di Network Attached Storage, che tradotto nella pratica consiste in un hard disk collegato alla nostra rete locale (domestica o aziendale). I vantaggi nell’avere un disco condiviso in rete sono, prima di tutto il poter  scrivere e leggere file su un hard disk sempre disponibile in rete ed accessibile da qualsiasi dispositivo (computer, tablet e smartphone). L’altro grande vantaggio di una NAS-rpi è il bassissimo consumo di energia elettrica rispetto all’impiego di un comune PC (che è anche più rumoroso).

Procediamo dettando le quattro cose che abbiamo necessariamente bisogno:

  • Raspberry pi B, B+ o Rpi 2
  • HDD alimentato esternamente
  • Raspbian installato
  • Collegamento (megio se diretto) ad internet

Indice guida:

  • Pt 1  Configurazione hdd.
  • Pt 2 Configurazione samba.
  • Pt 3 Configurazione ip esterno.
  • Pt 4 Apertura porta router.
  • Pt 5 Collegamenti vari.

Parte 1  L’HDD

Come già detto precedentmente l’hdd dev’essere necessariamente alimentato esternamente e NON da USB

Detto questo,  SE L’HDD E’ NUOVO procediamo con la formattazione.

SE INVECE NE ABBIAMO GIÀ UNO PIENO SALTIAMO QUESTO PASSAGGIO

Il nostro consiglio è quello di utilizzare il file system Linux ext4 per vari motivi che non starò qui a spiegarvi…

Formattiamo:

Da pc Windows scarichiamo un software gratuito chiamato MiniTool Partition Wizard Home Edition. Il software è abbastanza semplice da utilizzare, ed è molto somigliante ad altri software di partizionamento in circolazione, ma in più supporta il file system EXT4. Basterà selezionare il vostro hard disk dal software, cancellare le partizioni esistenti, crearne una nuova EXT4 nominandola a vostro piacimento, applicare le modifiche, ed attendere il completamento delle operazioni.

Da pc Linux
sudo fdisk -l
La schermata che vi apparirà sarà più o meno questa…


 Parte2 Installazione e configurazione Samba:

Samba è un software multipiattaforma, molto diffuso per la condivisione di file e stampanti, di cui ci serviremo per rendere disponibili i contenuti del nostro hard disk nella nostra rete locale. Samba andrà installato solo sul nostro Raspberry, perché collegandoci da un PC  Windows o da un Mac avremo già tutto l’occorrente per accedere al NAS come se fosse un disco fisso installato nel proprio computer. Per quanto riguarda i dispositivi mobili, tablet e smartphone, basterà scegliere una delle tante app del tipo “file manager” che supporti Samba.

Prima di procedere all’instalazione aggiorniamo le repository con:
sudo apt-get update
Ora installiamo il pacchetto richiesto con
sudo apt-get install samba samba-common-bin

Alla richiesta di conferma premere y (e poi invio)
Ora, dovendo modificare la configurazione di samba posizioniamoci nella cartella della config

cd /etc/samba

editiamo ora il file con:

sudo nano smb.conf

Cerchiamo la riga:
# security = user

Togliamo il “#” iniziale in modo che diventi:

security = user

Con ↓ spostiamoci in fondo al file e incolliamo le seguenti righe:

[Hdd-Esterno]
comment = NAS
path = /media/nas
writeable = yes
dove “comment” è il nome che vogliamo dare all’hdd e “path” la  cartella dove è stata montato l’hdd.
Finito la prima parte del setup andiamo a riavviare il servizio con:
sudo service smbd restart
Decidiamo una  password che poi utilizzeremo per accedere al NAS tramite samba
Digitiamo:
sudo smbpasswd -a pi

(dove “pi” è il nome utente con cui utilizziamo il raspberry)
Vi verrà chiesto di digitare (e poi confermare) la password.
Ancora una volta (L’ultima tranquilli 🙂 ) riavviamo il servizio
sudo service samba restart

La configurazione di samba è terminata.


Parte3 Configurazione ip esterno con noip

Qui è diponibile la guida originale…..Io per completezza la riporterò qui sotto.

Da pc andiamo su www.noip.com

In alto a destra clicchiamo il tasto verde “Sign Up”

Ora compiliamo i seguenti campi come spiegato sotto:

  • Campo1 Inserite la votra mail
  • Campo2 Reinserite la votra mail
  • Campo3 Decidete e inserite un username (vi servirà per accedere al pannello di controllo di noip)
  • Campo4 Deciderte e inserite una password
  • Campo5 Decidete un Hostname (é l’indirizzo pubblico a cui risponderà il vostro raspberry)

Confermiamo cliccando su Free sign up

Sul pc per ora abbiamo finito 😉

Accediamo al terminale del raspberry e digitiamo uno dopo l’altro questi comandi:
cd
mkdir noip2
cd noip2
wget http://bobvann.noip.me/repo/noip2-install/noip2-install.sh
sh noip2-install.sh
Quando richiesto ineriamo la mail con cui ci siamo registrati a noip e poi la password decisa (nel campo4)

Quando ci chiede invece l’update interval clicchiamo invio senza inserire nulla (lasciamo il valore di default:30)


Parte4 Apertura porte router

Premetto che la procedura dipende dal router in proprio possesso. Questa procedura è per il router “pirelli nero TeleTu”

In linea generale però questa guida vale anche per gli altri router.

Colleghiamoci alla pagina di gestione del nostro router (nel mio caso http://192.168.1.1 )

La schermata sarà più o meno così:

Inseriamo user e pass ed eseguiamo il login.

La schemata home, nel mio caso è questa:

Nella barra sinistra (a fuoco) clicchiamo su NAT e poi su VIRTUAL SERVER:

Questa è la schermata dove andremo ad “aprire” le varie porte

noi dobbiamo aprire la 22

quindi:

nel campo “lan ip adress” mettiamo l’indirizzo ip interno del raspi (possiamo verificarlo con ifconfig)

nel campo “protocol type” selezioniamo TCP & UDP

nel campo “lan port” mettiamo la porta da apire…quindi la 22 nel nostro caso

nel campo “public port” mettiamo la porta esterna a cui vogliamo corrisponda la 22 interna

potremmo mettere 22 per comodità ma lo sconsiglio per questioni di sicurezza

inseriamo un numero tra 1 e 65535    per esempio la 5678.

Clicchiamo add per salvare e usciamo.

Ora da tutto il mondo potremo accedere raspi porta 22, dall indirizzo creato con noip; porta 5678.


Parte5 Collegarsi alla nostra nuova NAS

Collegamento samba

Andiamo su risorse del computer.

poi su “rete”:

Tra i vari dispositivi collegati alla stessa rete troveremo Raspberry

Apriamo e inseriamo username e password   (user=pi password=decisaprima)

All’interno troveremo la caretella Hdd-Esterno con all’interno i file contenuti dall nostro hdd.

opzionale:

Montiamo la cartella Hdd-Esterno come hdd

facciamo click con il sinistro sulla cartella “Hdd-Esterno” e clicchiamo sulla voce “Connetti unità di rete”:

Selezioniamo ora la lettera con cui verrà nominato la nostra nas e verifichiamo che la voce “Riconnetti all’accesso” sia selezionata (come da screen)

Cliccando su fine e andando su “Computer” ci toveremo la nostra bella nas.

ricordo che samba funziona solo in locale.

Collegamento scp (o sftp)

Se non l’abbiamo ancora sul computer scarichiamo filezilla da qui

Apriamo file zilla e andiamo sul gestore siti (icona in altro a sinistra)

clicchaimo su Nuovo Sito:

Riempiamo i campi come descritto sotto

Host mettiamo l’hostname inserito al momento della registrazione a noip

Porta mettiamo 5678 o comunque la porta esterna APERTA che corrisponde all’interna 22.

Protocollo selezioniamo SFTP

Tipo di acesso selezioniamo NORMALE

Utente utente con cui accediamo al raspberry (pi di default)

Password inseriamo la password che usiamo per accedere al raspberry (raspberry di default)

Finito questo clicchaimo su Connetti

Torniamo sul gestore siti e selezioniamo il raspberry

in alto clicchiamo su “avanzate” (a destra di “generale”)

Sotto “cartella remota predefinita” scriviamo:

/media/nas

(o comunque la carela dove è stato montato l’hdd)

Clicchaimo su connetti e magia…..

questo metodo, a differenza di samba funziona anche da lan esterna.

Infatti, se dal gestore siti ne creiamo uno inserendo come host l’indirizzo di noip e come porta la 5678 (o la corrispondente) potremo vedere i nostri file da tutto il mondo

A proposito di Gab Tos

Avatar

Vedi Anche

Bluetooth

Demone Bluetooth Raspberry Pi

Pubblico, per l’utente Basilio de Caro questa guida sulla creazione di un demone Bluetooth, frutto …

Powered by themekiller.com